Riassunto dell’episodio BW138 di Pokemon Best Wishes Decolora Adventure

logo_best_wishes_da_1_2013_05_16_1407.png

Oggi vi porto il riassunto di un nuovo episodio della serie Pokemon Best Wishes Decolora Adventure, ovvero l’episodio BW138: Via Gogoat!

Riassunto BW138: Via Gogoat!

Il viaggio dei nostri eroi in compagnia della giovane fotografa Alexia nelle Isole Decolora prosegue, e una volta effettuato lo sbarco, decidono di visitare come prima tappa il Centro Pokémon. Conclusa la visita, Axew e Pikachu giocano con Gogoat e un piccolo bimbo gli si avvicina. Il Pokémon titubante non sa come comportarsi, ma decide di far salire nella propria groppa il piccino e si avvia. Improvvisamente Ash, Iris e Spighetto si accorgono della mancanza e nello stesso momento, una giovane mamma ha fatto denuncia presso l’Agente Jenny riguardo la scomparsa del figlio. Il trio si avvicina e decide di aiutare nelle indagini. Per prima cosa, il gruppo decide di separarsi momentaneamente da Alexia per poi ricongiungersi la sera. Si conclude però la giornata e la giovane sorella della Capopalestra di Kalos, cade in un burrone. In suo soccorso arriva Gogoat che con un balzo riporta Alexia sopra al precipizio. La mattina seguente, il gruppo riesce finalmente a rintracciare il ragazzino smarrito e spiega che il suo unico obiettivo era quello di raggiungere il papà per potergli donare qualcosa. Grazie all’aiuto del Pokémon capra, giungono a destinazione prima che il sole tramonti completamente. Il piccolo consegna al papà quello che doveva e all’interno vi è un disegno fatto da lui raffigurante un Braviary. Raggiunge il gruppo anche la mamma, e, con la famiglia completa, notano che il disegno rappresentato nel regalo per il padre, è una costellazione che risplende nel cielo.

BW138 Via Gogoat!.jpg

BW138 Via Gogoat! 2.jpg

BW138 Via Gogoat! 3.jpg

BW138 Via Gogoat! 4.jpg

BW138 Via Gogoat! 6.jpg

Riassunto dell’episodio BW138 di Pokemon Best Wishes Decolora Adventureultima modifica: 2013-08-23T22:19:54+02:00da patrizio1995
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento