Call of Duty: Black Ops

Call of Duty: Black Ops

call-of-duty-black-ops37499.jpg
Pubblicato da Alberto Masini in Videogiochi


Informazioni:

Call of Duty: Black Ops è uno sparatutto in prima persona sviluppato da Treyarch e pubblicato da Activision, uscito per gli Stati Uniti ed Europa il 9 novembre 2010. Ufficialmente annunciato il 30 aprile 2010, il gioco è il settimo capitolo della serie Call of Duty e il quarto gioco della serie ad essere sviluppato da Treyarch dopo Call of Duty 2: Big Red One, Call of Duty 3 e Call of Duty: World at War. È il sequel di Call of Duty: World at War. È stato inizialmente disponibile il pre-ordine solo su PC, Xbox 360 e PlayStation 3. Activision successivamente ha confermato la pubblicazione anche per Wii e Nintendo DS del titolo.

Sviluppo:

Nel maggio 2009, Activision diceva di essere alla ricerca di concessione di licenze per quanto riguarda la guerra del Vietnam, questo fatto ha portato alla speculazione che il prossimo episodio di Call of Duty si sarebbe svolto durante quel periodo, inglobando anche parti riguardanti la Guerra Fredda. Nel novembre del 2009, solo pochi giorni prima dell’uscita di Modern Warfare 2, Activision ha annunciato ufficialmente un nuovo titolo Call of Duty per il 2010. Il 30 aprile 2010, Call of Duty: Black Ops è stato ufficialmente annunciato. La Software House ha deciso di sviluppare il gioco seguendo la struttura di World at War, ovvero una campagna offline fiancheggiata oltre che da una modalità Multigiocatore competitiva anche da una Zombie, esattamente come Call of Duty: World at War, in cui i giocatori dovranno difendersi da orde di non morti che tenteranno di ucciderli. La tecnologia motion capture, simile a quella usata nel film di James Cameron Avatar, consente precise espressioni del viso, catturando i movimenti dell’attore. Per la realizzazione sono stati consultati anche i veterani delle forze speciali da entrambe le parti belligeranti della guerra fredda: dal Maggiore John Plaster(US Army-Ret.) che ha prestato servizio nel MACVSOG durante la guerra del Vietnam e da alcuni membri della ex U.R.S.S. La versione per Computer è stata arricchita di due features aggiunti ovvero i server dedicati per l’online e il ritorno della Console in-game come su COD4, per la creazione di Mod e la modifica delle impostazioni di gioco avanzate (FPS, ragdoll ecc.). Il gioco è stato ufficialmente rilasciato il 9/11/10 ma le copie retail hanno iniziato a circolare già da qualche giorno prima poiché molte catene di elettronica hanno rotto il day one del gioco.

Gameplay:

Come da prassi la Treyarch mostra un contenuto di grafica elevata e di una buona gestione riguardate il realismo delle armi. Il tasso di violenza, rispetto a Modern Warfare 2 è decisamente elevato, infatti come in Call Of Duty World at War è possibile, quando si colpisce un nemico, incenerirlo, distruggergli arti, oppure colpirlo con foga nel corpo a corpo mediante il coltello. Cosa molto simile al quinto capitolo della serie, sviluppato sempre da Treyarch, rispetto a quelli dell’Infinity Ward, che anche se trattano di un gioco di guerra lo rendono ” meno violento “. La modalità cooperativa, precedentemente annunciata, non sarà presente; infatti la Treyarch ha rinunciato a questa che però è presente nella modalità Zombie.

Trama:

Il 25 febbraio 1968, l’agente SOG Alex Mason è legato ad una sedia in una sala da interrogatorio. Incapace di capire dove si trovi, viene costantemente bombardato di domande su dove si trovi una misteriosa stazione dei numeri ed elettrificato più volte (specialmente dopo la risposta alle prime domande).

Nel 1961, Mason, Woods, e Bowman tentarono di assassinare Fidel Castro durante lo sbarco nella Baia dei porci a Cuba come parte dell’Operazione 40. Mason apparentemente riesce nel suo assassinio, ma la loro estrazione va male, con Mason che rimane indietro per proteggere l’aereo per la fuga. Viene catturato dal vero Castro (quello che aveva ucciso era un sosia). A causa dell’alleanza con l’Unione Sovietica, Castro consegna Mason nelle mani del generale Nikita Dragovich. Mason viene quindi tenuto prigioniero nel campo di lavoro di Vorkuta per due anni. Durante la sua prigionia, Mason diventa amico di Viktor Reznov, un ex soldato dell’Armata Rossa. Reznov rivela a Mason l’identità di quelli involti nella sua tortura: Dragovich, Lev Kravchenko (il suo braccio destro) e Friedrich Steiner, un ex scienziato nazista che si rifugiò in Unione Sovietica. Tutti e tre hanno una connessione con Reznov: nell’ottobre 1945, Reznov, Dragovich, Kravchenko, e Dimitri Petrenko (suo amico fraterno) fecero parte di un’unità mandata a localizzare Steiner, nascosto con una unità di SS nel circolo polare artico. Durante l’operazione, Reznov venne tradito da Dragovich, che usò la creazione di Steiner, un agente nervino chiamato “Nova-6”, su Petrenko. Reznov evitò la morte quando dei commando SAS attaccarono i russi. Durante la confusione, Reznov riuscì a distruggere la Nova-6 piazzando una carica esplosiva su un Razzo V2. Tuttavia questa venne ricreata tempo dopo da Steiner e uno scienziato britannico di nome Daniel Clarke per i Sovietici. Poco dopo, Reznov venne arrestato e imprigionato a Vorkuta e capisce le reali intenzioni di Dragovich. Mason e Reznov incitarono una rivolta dei prigionieri per scappare dal gulag, ma solo Mason riuscì a fuggire.

Un mese dopo, il presidente John F. Kennedy autorizzò l’assassinio di Dragovich. Nel novembre 1963, Mason, Woods, Bowman e Weaver vennero mandati al cosmodromo di Baikonur in U.R.S.S. per smantellare il programma spaziale sovietico ed eliminare i membri del gruppo Ascensione. All’inizio dell’operazione, Weaver viene catturato e Mason vede Kravchenko torturarlo, accoltellandolo sull’occhio sinistro, ma Mason e la sua squadra riescono a salvarlo e a distruggere il razzo Soyuz. Dragovich elude il tentativo di assassinio, portando Mason a ricercarlo per i successivi cinque anni.

Nel 1968, il MACV-SOG venne stabilito in Vietnam per investigare sulla presenza sovietica nel paese. Dopo aver difeso Khe Sanh, il SOG viene mandato a Hue durante l’offensiva del Tet per recuperare un dossier con informazioni su Dragovich da un disertore russo. La squadra recupera il dossier, mentre Mason incontra Reznov, che si scopre essere il disertore. IL SOG quindi penetra nel Laos per recuperare un carico di Nova-6 da un aereo da carico sovietico abbattuto. Alla zona di schianto, vengono sopraffatti da ondate di vietcong e soldati spetsnaz, e vengono catturati. Mason e Reznov scappano, ma Bowman viene ucciso da un torturatore e Woods muore nell’uccidere Kravchenko (che si fa esplodere con Woods tramite l’innesco a catena di alcune granate).

Nel frattempo, Hudson e Weaver interrogano il dr. Daniel Clarke, l’ingegnere che creò assieme al dr. Steiner la Nova-6, a Kowloon, Hong Kong. Clarke identifica Steiner come parte della cospirazione, e rivela il luogo di una struttura di ricerca e sviluppo nascosta sul monte Yamantau prima di essere ucciso da uno degli uomini di Dragovich. Hudson e Weaver si dirigono sul monte Yamantau per distruggere la fabbrica e recuperare Steiner. Durante la missione, Hudson riceve una trasmissione da Steiner dove gli chiede di incontrarsi all’Isola Rinascita in U.R.S.S. per scoprire come bloccare la trasmissione di numeri che manderebbero istruzioni a degli agenti dormienti nel rilasciare la Nova-6 nelle città americane. Ma anche Mason e Reznov si dirigono all’Isola Rinascita, intenzionati ad uccidere Steiner. Arrivati nella stanza dove si trova lo scienziato, Reznov gli spara in testa ma, Hudson, arrivato anch’egli nella base dopo aver sfondato il perimetro difensivo insieme alla sua squadra, ha visto Mason, vestito con l’uniforme di Kravchenko, compiere l’assassinio e non Reznov, di cui non c’è nessuna traccia.

A questo punto, Hudson e Weaver si rivelano essere gli interrogatori di Mason. Hudson realizza che Dragovich fece il lavaggio del cervello a Mason per farlo obbedire utilizzando la sequenza dei numeri, effettivamente facendolo diventare un agente dormiente. Senza altre soluzioni, Hudson libera Mason per poterlo seguire. Viene così rivelato che il vero Reznov morì durante la fuga di Vorkuta, e le visioni di Mason su Reznov erano il risultato di un disordine disocciativo causato dal traumatico lavaggio del cervello (infatti ogni volta che Mason incontrava Reznov si sente la sequenza di numeri). Reznov ha, infatti, riprogrammato Mason per assassinare Dragovich, Kravchenko e Steiner invece del presidente Kennedy prima della fuga da Vorkuta. Hudson riesce ad annullare il lavaggio del cervello di Mason e poi fa partire la sequenza di numeri un’ultima volta per Mason, pregandolo di ricordare il luogo, e Mason effettivamente ricorda la nave da carico russa Rusalka sulle coste di Cuba.

All’alba la squadra lancia un assalto sulla Rusalka nel Golfo del Messico, con Mason e Hudson che si infiltrano in una stazione di trasmissione sottomarina, protetta dalla nave, una base sovietica per sommergibili intenzionata ad essere parte del piano di Dragovich per invadere gli Stati Uniti dopo aver liberato la Nova-6. Confermando che la Rusalka è la stazione dei numeri, Hudson chiama la US Navy per distruggere la nave e la sua base sottomarina. Mason e Hudson finalmente trovano Dragovich nei livelli bassi della struttura e riescono a ucciderlo prima della distruzione della base, nuotando poi verso la superficie durante la distruzione degli obiettivi. Weaver dichiara la vittoria, ma Mason è insicuro, turbato dalla sua ultima conversazione con Dragovich.


Multigiocatore:

La modalità Multigiocatore del nuovo Call of Duty è sicuramente la novità più grande portata nella saga da questo capitolo. Oltre ad una nuova struttura delle usuali modalità competitive, troviamo novità come la modalità Scommessa, la modalità Training e la modalità Cinema. Inoltre le armi, le abilità e tutti gli accessori per le nostre armi non saranno più sbloccati all’aumento di livello ma verranno comprati tramite i COD Points. Per cominciare potremo vedere il nostro ratio e quello degli altri giocatori nella lobby di fianco alle solite uccisioni, morti e assist. La Treyarch aveva fatto una promessa, ovvero che il multyplayer non sarà una copia di quello di Modern Warfare 2,bensì sarà una cosa mai vista prima d’ora. La promessa è stata mantenuta e abbiamo potuto vedere vari video dove mostrano il nuovo sistema Crea una classe 2.0,dove la personalizzazione sarà portata a livelli stratosferici. Si potranno modificare i personaggi, le armi dopo essere state sbloccate potranno essere comprate con dei crediti acquisibili completando partite e contratti. Con questi potremo inoltre acquistare accessori, equipaggiamenti, killstreak e perk per creare le nostre classi preferite. La serie di uccisioni più alta sarà a 11 uccisioni di fila e consisterà o in un attacco da parte dei cani come in Call of Duty: World at War oppure in un elicottero d’assalto completamente guidabile. A differenza di Modern Warfare 2 il supporto aereo sarà disponibile a 9 uccisioni di fila. Non saranno presenti né l’IEM né la carica nucleare, ma saranno invece presenti 2 tipi di velivoli ricognitori(uno a 3 e uno a 8 uccisioni di fila). Torneranno la torretta robot e gli approvvigionamenti. Esistono un paio di armi, una machine gun ed un M202 FLASH, che non sono inseribili nelle classi, ma si potranno trovare solo all’interno di casse degli approvvigionamenti. Sarà possibile inoltre vedere i replay delle proprie uccisioni anche da varie prospettive e punti di vista con un sistema simile a quello di Fifa 10 e Halo: Reach.

Modalità partita:

Tutti Contro Tutti (TCT): un Deatmatch senza squadre in cui per vincere servono 3000 punti, il gioco considera vittoria il piazzamento tra i primi 3. La modalità accetta fino a 8 giocatori.

Deatmatch a Squadre (DMS): due team si sfidano in un Deatmatch, la prima squadra che arriva a 7500 punti vince. Se il tempo limite scade, vince la squadra che ha totalizzato più punti.

Dominio (DOM): due team si sfidano per mantenere il controllo di 3 bandiere poste in 3 differenti punti della mappa, ogni bandiera sotto controllo da 1 punto alla squadra ogni 5 secondi, il limite di punteggio è 200. Le uccisioni non influiscono sul punteggio.

Quartier Generale (QG): le due squadre si contendono il controllo di un obiettivo che fa guadagnare 5 punti alla squadra che lo ha conquistato ogni 5 secondi. La squadra che lo difende non può rientrare in gioco fino all’andamento in offline del QG (un minuto dopo la sua cattura) o alla distruzione di esso. La sua posizione inoltre cambia dopo ogni conquista. Vince la prima squadra che arriva a 250 punti. Le uccisioni non influiscono sul punteggio.

Sabotaggio (SAB): in questa modalità sono presenti due obiettivi, uno per squadra, da sabotare. Le due squadre devono prendere la bomba, la quale si trova all’interno della mappa, poi piazzarla nell’obiettivo della squadra. Quando un giocatore avversario sarà in possesso della bomba sarà facile individuarlo grazie alla scritta UCCIDI che comparirà su di lui, invece quando la bomba sarà in possesso di un giocatore alleato comparirà su di lui la scritta DIFENDI. Le uccisioni non influenzano il punteggio della squadra.

Demolizione (DEM): nella mappa sono posizionati due obiettivi da distruggere tramite una bomba, ogni giocatore della squadra in attacco è in possesso di una bomba e deve piazzarla e difenderla fino all’esplosione. Dopo la distruzione di una delle due postazioni viene aggiunto del tempo bonus. Le uccisioni non influenzano il punteggio.

Cerca e Distruggi (CED): la squadra in attacco deve distruggere uno dei due obiettivi presenti nella mappa nello stesso modo della modalità Demolizione. A differenza di quella però non è consentito il rientro in gioco dopo essere stati uccisi e la bomba è soltanto una. Ogni uccisione vale 500 punti. Vince la squadra che ha vinto 4 round.

Cattura la Bandiera (CLB): le squadre devono prendere dalla base nemica la bandiera e portarla fino al loro obiettivo. Il punto viene contato soltanto se la propria bandiera non è stata rubata dai nemici nel frattempo. Se si viene uccisi, prima di rientrare si deve aspettare un tempo che varia da 5 a 15 secondi.

Sono state poi annunciate delle modalità aggiuntive definite Wager Matches (partite a scommesse), tutti contro tutti in cui sarà possibile scommettere i propri CodPoints (valuta di gioco necessaria per acquistare armi e perk). Se ne contano in tutto quattro, con regole molto diverse:
One in the Chamber (Un colpo in canna): i giocatori hanno a disposizione solo una pistola con un proiettile e tre vite. Ogni uccisione darà un altro proiettile, ma se si fallisce il colpo bisognerà cavarsela solo con il coltello.
Sticks and Stones (Età della pietra): modalità in cui ci si affronta con la balestra dotata di dardi esplosivi, il coltello balistico e il tomahawk. Se si colpisce un giocatore con quest’ultimo, lo si manderà in bancarotta.
Gun Game (Gioco delle armi): i giocatori partono con una pistola e, ad ogni uccisione, si ottiene un’arma più avanzata e potente; accoltellando un nemico lo si farà invece retrocedere all’arma precedente a quella che aveva. Il primo giocatore che riesce ad uccidere un giocatore con ognuna delle 20 armi proposte (tra cui anche lanciagranate, bazooka, balestra e coltello balistico) vincerà la partita.
Sharp Shooter (Tiratore scelto): si combatte utilizzando la stessa arma per ogni giocatore, scelta a caso dal computer, la quale cambierà ogni 40-50 secondi. Ogni uccisione permetterà di ottenere un bonus che aiuterà il giocatore ad aggiudicarsi la vittoria.

Opzioni della partita:


Recluta

La modalità Recluta, anche se aperta a tutti i giocatori senza nessuna limitazione, presenta le modalità sopra indicate che vengono sbloccate con l’aumento del livello.
Essenziale

Nella modalità Essenziale troverete modalità simili a quelle recluta ma le specialità e gli accessori per le armi non saranno utilizzabili e le serie di uccisioni rimosse o limitate.
Veterano

Le regole sono le stesse della modalità Recluta ma l’UAV è disattivato, il numeri dei colpi in canna e le munizioni non sono visualizzate,i danni delle armi sono aumentati al 200% e la vita è ridotta al 50%. Prima del respawn però bisogna attendere un tempo che varia tra i 3 e i 15 secondi.

Prestigio

La modalità Prestigio è sbloccabile solo dopo aver raggiunto il livello 50,sono presenti 15 livelli di prestigio a differenza dei precedenti capitoli in cui ve ne erano presenti fino ad un massimo di 10. Nella modalità prestigio ci sono 3 diversi tipologie di gioco: Recluta Prestigio, sbloccabile al 1 prestigio, Veterano Prestigio, sbloccabile al 10 prestigio e Prestigio Puro sbloccabile al 15 prestigio.


Mappe:

Array: mappa grande ambientata in una stazione radio innevata.
Cracked: mappa grande ambientata in Vietnam in cui si combatterà per strade e edifici semidistrutti, con molti cunicoli e passaggi nascosti.
Crisis: mappa di media grandezza ambientata in una stazione missilistica segreta a Cuba.
Firing Range: mappa piccola ambientata in una struttura d’addestramento militare americana a cuba,presumibilmente si tratta di Guantanamo.
Grid: mappa di media grandezza ambientata in una stazione di spionaggio sovietica innevata. Si presenta divisa in due zone, una con prevalenza di alberi e una edificata.
Hanoi: mappa di media grandezza ambientata in un campo di prigionia nordvietnamita.
Havana: mappa di media grandezza ambientata nella omonima città cubana.
Jungle: mappa grande ambientata in una valle fluviale del Vietnam che si sviluppa principalmente in altezza.
Launch: mappa di media grandezza ambientata in una stazione missilistica sovietica.
Nuketown: mappa molto piccola ambientata in una cittadina costruita per testare gli effetti delle bombe nucleari su centri abitati, con tanto di manichini.
Radiation: mappa medio-grande ambientata in una raffineria d’uranio sovietica.
Summit: mappa di media grandezza ambientata in una struttura di ricerca su una montagna innevata.
Villa: mappa di media grandezza ambientata nella villa cubana di Fidel Castro
WMD: mappa grande ambientata in una base sovietica abbandonata.

Curiosità:

Il fucile d’assalto FAMAS non esisteva nel periodo in cui è ambientato il gioco e il suo aspetto era leggermente diverso da quello mostrato nel gioco. In più non era automatico, ma sparava raffiche da tre colpi.
Altre armi non esistenti nel periodo in cui è ambientato il gioco sono:Galil, Steyr AUG, G11, Ingram MAC-11, Spectre M4, Walther WA 2000, L96A1, Heckler e Koch HK HS10 e Strela-3.
L’ AK-74, reperibile nelle ultime missioni del gioco ambientate nel 1968, non esisteva all’ epoca, fu creato solo nel 1974. In particolare, la sua versione U, sempre reperibile, risale al 1979, ed il lanciagranate specifico ai tardi anni ’80.
Come a Call of Duty 4: Modern Warfare il fucile M16 è in versione fuoco automatico nella campagna, mentre nel multiplayer spara raffiche a tre colpi. In più nella campagna (solo nel primo livello) al protagonista viene dato un M16 equipaggiato con mirino ACOG e lanciagranate M203, una combinazione di accessori che non è possibile fare nel multiplayer.
In una stanza di Kino der Toten si possono notare i ritratti dei protagonisti della modalità zombi, insieme a un volto ignoto.
In uno dei corridoi del primo piano della mappa Five si può notare un ritratto del sergente Roebuck, personaggio di Call of Duty: World at War.
Il fucile a pompa KS 23 è presente nella campagna, ma non nel multiplayer.
La pistola mitragliatrice MP40 è presente solo nella campagna che nel livello zombie Kino Der Toten.
Le armi presenti solo nel livello Progetto Nova della campagna sono: Sten, PPSh-41 (con caricatore lineare da 35 colpi), Mosin-Nagant (sia con che senza mirino telescopico),Tokarev TT-33 (con torcia elettrica), MP40, StG44, MG 42 (solo mitragliatrice fissa), Panzerschreck, Stielhandgranate.
Proprio come in Call of Duty: Modern Warfare 2, sì può conoscere il volto del protagonista.
Rispetto agli altri Call of Duty si possono vedere, in alcuni casi, le gambe e il tronco del protagonista (specialmente nella schermata principale o durante le scene in cui Mason è legato alla sedia dell’interrogatorio).
Nella mappa Nuketown è presente un Easter Egg, che sostituisce, alla colonna sonora predefinita, Sympathy For The Devil dei Rolling Stones, una volta che si è fatta saltare la testa di tutti i manichini presenti nella mappa.
Sempre nella mappa Nuketown, sono presenti delle caselle della posta che riportano scritti i nomi di Mason e Woods; e un cartellone rosso, vicino al camion, che mostrerà il numero di giocatori presenti nella mappa.
Sempre nella mappa Nuketown nelle librerie che si trovano all’interno delle due case si trovano alcuni libri il cui autore è Edward Richtofen , personaggio della modalità Zombie
Nelle partite multigiocatore dove si deve piazzare una bomba, quando si estrae il computer, il personaggio digita sempre il numero 115, che è anche il numero dell’elemento principale delle armi Pistola a Raggi e Pistola Fulminante nelle modalità Zombie.
Nella mappa multiplayer Firing Range, sono presenti diversi oggetti presenti a loro volta nelle mappe Zombie, tra cui barriere (quelle per riparare le porte), casse misteriose, bottiglie di vodka, varie scritte tra cui “Gateway to Hell” ed infine, in una casa al centro della mappa, in alto incastrato tra le travi è presente un orsacchiotto di peluche, simbolo della modalità zombie (fuoriesce dalla cassa misteriosi e la teletrasporta in un altro punto della mappa). Inoltre ci sono varie scritte “Quarantaine” che potrebbero indicare il nome della prossima mappa scaricabile della modalità Zombie.
L’elicottero Hind,presente in diverse missioni (e come ricompensa uccisione in multiplayer), non esisteva nel tempo in cui il gioco si ambienta: il suo primo volo fu nel 1969 e la sua entrata in servizio fu nel 1972.
Il fucile d’assalto G11 non esisteva nel tempo in cui il gioco si ambienta perché il progetto è degli anni ’70 e’80, rimanendo solo un prototipo.
Il livello della modalità zombie “Kino der Toten” sembrerebbe essere un riferimento al cinema Le Gamar presente nel film Bastardi senza gloria (2009, Quentin Tarantino). Di fatto, l’entrata del cinema ed anche molti altri elementi ricalcano molto quelli presenti nel film.